Sei qui: Home Speciali Torneo di Viareggio Torneo di Viareggio: Juve, Atalanta e Genoa chiudono a punteggio pieno. Sorridono Sampdoria e Empoli

Torneo di Viareggio: Juve, Atalanta e Genoa chiudono a punteggio pieno. Sorridono Sampdoria e Empoli

E-mail Stampa

Il Torneo di Viareggio si avvia verso la fase clou, infatti oggi è andato in archivio il Gruppo A che comprende i gironi dall’1 al 6. A Juventus, Atalanta e Genoa, che hanno conquistato gli ottavi già alla seconda giornata, si aggiungono Sampdoria, Empoli, Pumas e Nordsjaelland.torneo viareggio

Nel girone 1 l’Inter può continuare a difendere il titolo conquistato l’anno scorso. I gol di Longo e di Spendlhofer, uno per tempo, permettono ai nerazzurri di battere la Reggina e di chiudere il girone al primo posto con sette punti. Nell’altra gara l’Anderlecht contro, il Siena, colleziona il terzo pareggio consecutivo. Il risultato è maturato grazie alle reti di Canotto per il vantaggio del Siena e di Deville su rigore per il pari dei belgi. La classifica finale del girone vede dietro l’Inter proprio l’Anderlecht a tre punti; a seguire Reggina e Siena ferme a quota due.

Nel girone 2 i giochi erano già fatti, l’Atalanta già certa del primo posto non si siede sugli allori e chiude a punteggio pieno in virtù del 6-0 rifilato ai padroni di casa dell’Esperia Viareggio. Sugli scudi Daniele Grandi autore di quatto gol. L’attaccante classe ’93 apre le danze nel primo tempo per poi scatenarsi nella ripresa , prima segna il 2-0 poi in sette minuti tra il 33’ e il 40’ prima fa 5-0 poi segna il gol del definitivo 6-0. In mezzo le reti di Praprotnike di Palma. Sei gol si sono visti anche nell’altra gara del girone. I brasiliani della Juventude e gli arabi dell’Aspire Qatar ne segnano tre per parte. Apre Hiago per la Juventude al 35’ nei minuti finali Asamoah pareggio. Nella ripresa Hiago va a segno altre due volte illudendo i suoi che però si fanno raggiungere dalle reti di Raoul e di Uwaegbulam. L’Atalanta chiude prima a nove punti, dietro Aspire e Juventude ferme a quattro col Viareggio desolatamente ultimo a 0 punti.

Nel girone 3 il Genoa non concede sconti al Poggibonsi che vede sfumare la qualificazione come migliore seconda ad un passo dalla meta. La differenza reti condanna i toscani che cedono il passo in favore del Nordsjaelland. Il gol di Imparato al quarto d’ora della ripresa è un colpo dal quale i Poggibonsi non riesce a riprendersi più. Si è giocato per la gloria invece tra Montevideo Wonderers e L.I.A.C. New York. Le due squadre danno spettacolo e alla fine vien fuori un 4-2 che premia gli uruguaiani con la prima vittoria del torneo. Gli americani rimangono in gara fino ad inizio ripresa, passati in vantaggio Kaczetov si fanno raggiungere da Noy per poi riportarsi avanti al 52’ con la rete di Cortez. Da lì in poi c’è solo il Montevideo in campo. Rodriguez si carica la sua squadra sulle spalle e con tre reti prima agguanta il pari poi fissa il risultato sul 4-2 finale. il girone si chiude col Genoa a punteggio pieno; il Poggibonsi è secondo con sei punti, Montevideo e L.I.A.C. si fermano rispettivamente a tre e a zero punti.

Il girone 4 si inchina alla Juventus che non si ferma più e vince la terza partita di fila. L’1-0 siglato da Bouy al 20’ della ripresa basta e avanza per avere la meglio sul Città di Marino. Coi cinque gol rifilati agli australiani dell’A.P.I.A. Leichhardt il Nordsjaelland passa agli ottavi come migliore seconda. I danesi impiegano mezzora per sbloccare il risultato con la rete di King. A stretto giro di posta arriva anche il raddoppio di Rohde. La differenza reti è fondamentale per poter passare il turno e i danesi continuano a spingere. Al 65’ il 3-0 porta ancora la firma di Rohde il quale non si accontenta e firma la personale tripletta col gol del 4-0. A pochi minuti dalla fine Marcondes chiude le danze segnando il 5-0. Dietro la Juventus il Nordsjaelland è secondo con sei punti e passa scavalca il Poggibonsi per miglior differenza reti. A chiudere A.P.I.A. Leichhardt appaiate a un punto.

Anche nel girone 5 la differenza reti si è rivelata determinante. L’Empoli infatti impatta 0-0 con l’Arzanese portandosi a quota cinque ma tanto basta per scavalcare il Pakhtakor che vince 1-0 contro l’Honved Budapesta grazie al gol di Shotursunov. Gli uzbeki hanno gli stessi punti dell’Empoli ma la vittoria di misura di oggi non basta per modificare la differenza a proprio favore. Empoli primo dunque seguito da Pakhtakor, Arzanese e a chiudere Honved Budapest.

Lo stesso discorso vale per il girone 6 che vede la Sampdoria prima e il Pumas secondo. L’unica differenza è che i messicani non subiscono la delusione dell’eliminazione in quanto passano agli ottavi come migliore seconda in compagnia del Nordsajaelland. Il derby ligure tra Sampdoria e Spezia si chiude con la vittoria per 3-1 dei blucerchiati. Grasselli riesce a pareggiare il gol di Icardi che già al 3’ porta in vantaggio la Sampdoria. La vittoria della squadra di Tufano matura tra la fine del primo tempo è l’inizio del secondo. Al 41’ Icardi segna il gol del sorpasso, poi al 52’ è di Beretta la rete del 3-1. Una doppietta di Perez, invece, permette al Pumas di battere il Dukla Praga e staccare il biglietto per gli ottavi. Il gol della bandiera dei cechi porta la firma di Jerabek. Alle spalle di Samp e Pumas il girone si chiude con lo Spezia penultimo e il Dukla Praga ultimo.

Condividilo su:

 

Our valuable member Giovanni Della Cerra has been with us since Sabato 19 Novembre 2011.

Show Other Articles Of This Author

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Links sponsorizzati

Amazon












Calcio in Rosa

calcioinrosa

Scuola Calcio Sant'Egidio

Logo ASD G S EGIDIO

Speciale Giappone 2011

world cup volleyball 2011

Coppa d'Africa 2012

2012 africa cup of nations logo